Lavoro domestico: ASSISTENTE FAMILIARE IN CONVIVENZA

Il lavoratore svolgerà attività di cura alla persona e alla casa in regime di convivenza.

Responsabilità e mansioni:

Il lavoratore deve garantire la presenza presso il domicilio dell’assistito in regime di convivenza, svolgendo attività di cura alla persona e alla casa. Gli assistiti possono essere non autosufficienti o parzialmente autosufficienti. Il lavoratore deve garantire supporto alla persona durante le varie attività quotidiane, come per esempio l’igiene personale, il momento del pasto, la mobilizzazione della persona, anche attraverso l’utilizzo di specifici strumenti (sollevatore, letto ortopedico ecc).

Deve supportare l’assistito al fine di favorirne la socializzazione e l’autonomia.

Si occupa della cura degli ambienti domestici, mantenendo adeguati livelli di igiene e sicurezza. Lavora relazionandosi con la famiglia e col supporto, se necessario, dei servizi socio assistenziali.

Requisiti:

  • Italiano livello A2.
  • Esperienza precedente, anche informale, nell’assistenza a persone non autosufficienti.

Caratteristica della ricerca:

Il contratto di lavoro proposto è il Contratto nazionale del Lavoro Domestico, livello di inquadramento CS, in regime di Convivenza. La retribuzione mensile lorda prevista è di circa: 1020 € + vitto e alloggio.

L’orario prevede 54 ore di lavoro settimanali, disposte nell’arco della giornata in modo flessibile, con un massimo di 10 ore di lavoro non consecutive e 36 ore di risposo settimanale suddivise in un giorno di riposo e una ulteriore mezza giornata.

Sono garantiti al lavoratore vitto e alloggio.

La sede di lavoro potrebbe essere in tutti i territori provinciali della Regione Friuli Venezia Giulia: Trieste, Gorizia, Udine e Pordenone.

Per candidarsi:

è sufficiente contattare lo Sportello SI.CON.TE più vicino, qui i recapiti telefonici e email.